Prendiamo, con riprovazione, le distanze da quanto riportato da Davide Buratti nel fantasioso articolo apparso mercoledì su Romagnapost.it a firma del fantomatico "Spartacus".
L'ex giornalista compie una meschina dichiarazione in riferimento all'accusa del presunto abuso edilizio nell'immobile di proprietà di Andrea Suzzi Barberini, sede cittadina del Movimento 5 Stelle, ed afferma esplicitamente che - citiamo - la "denuncia è arrivata da ambienti grillini" poichè "nessun altro poteva essere entrato nella loro sede".
Venom Mochilas mochila Vicious PACK DRY de
Incoraggiamo, dunque, la fantasia di Buratti ad un'ulteriore sforzo, quello di indicare il nome del presunto "grillino" che ha sporto denuncia.

Fare illazioni al fine di seminare zizzania è una vetusta pratica da soviet russo che non attecchisce nel M5S di Cesena che da tempo ha inquadrato il soggetto e i suoi mandanti.

Non ci facciamo intimidire da denunce strumentali costruite appositamente per attaccare l'avversario politico.
Esterniamo, piuttosto, il ragionevole sospetto che queste sue affermazioni siano il frutto di sinistre politicizzate ed incerte congetture come la circostanza in base alla quale solo chi entra all'interno di un immobile possa denunciare un eventuale abuso edilizio.

Ci complimentiamo per l'illuminante analisi che ci ha fatto sorridere non poco ma non più di un vecchio thriller cinematografico a basso costo come il "solito film" di cui blatera nel suo articoletto il buon pensionato.

Cesena non ha più bisogno dei soliti politicizzati "giornalisti" che dissimulando la notizia beffano i lettori.

Siamo altrettanto convinti che i circoli bocciofili cittadini sarebbero alquanto soddisfatti di includere nelle proprie attività ciò che è rimasto di un cronista che attualmente passa le proprie giornate a fare recensioni strampalate e prive di fondamento delle dinamiche politiche interne al comune.